domenica 27 luglio 2014

Il più grande ciclista italiano della storia: 1. Bartali 2. Coppi 3. Moser 4. Gimondi 5. Binda 6. Girardengo 7. Saronni 8. Magni 9. Nibali 10. Bugno

Un paio di anni fa ho proposto una classifica dei primi dieci ciclisti italiani della storia. Ora, riscrivo la classifica attribuendo discrezionalmente un punteggio ai risultati ottenuti nelle maggiori competizioni, con tutta la difficoltà del caso, sicché una vittoria al Tour vale un poco più che al Giro, come una vittoria alla Milano - Sanremo vale più che un successo alla Freccia Vallone. Secondo il prospetto, non so quanto razionale e condivisibile, che segue. Ne risulta che Bartali è stato più forte di Coppi. Di qui la classifica che aggiornerò andando anche oltre la decima posizione. Nibali, che ha davanti ancora diversi anni di carriera, con la vittoria al Giro d'Italia 2016, scavalca Bugno al nono posto. Al momento la classifica provvisoria individua i primi 61 corridori italiani della storia, sulla base dei punti raccolti: tra parentesi accanto a nome e cognome indico gli anni trascorsi nel professionismo. Che ne pensate?
* classifica aggiornata al  24 luglio 2017

  • Tour de France:                                            


 1. 350 punti 2. 200 punti 3. 150 punti 4. 120 5. 100 6. 80 punti 7. 70 8. 60 punti 9. 50 punti 10. 40 punti                            

    • Giro d'Italia:


    1. 300 punti 2. 150 punti 3. 100 punti 4. 80 punti 5. 70 punti 6. 60 punti 7. 50 punti 8. 40 punti 9. 30 punti 10. 20 punti    



    • Vuelta a Espana:



    1. 200 punti 2. 100 punti 3. 80 punti 4. 70 punti 5. 60 punti 6. 50 punti 7. 40 punti 8. 30 punti 9. 20 punti 10. 10 punti    



    • Campionato del mondo:



    1. 100 punti 2. 70  punti 3. 60 punti 4. 50 punti 5. 40 punti 6. 30 punti 7. 20 punti 8. 10 punti 9. 8 punti 10. punti    



    • Classiche "monumento" (Milano - Sanremo, Giro delle Fiandre, Parigi - Roubaix, Liegi - Bastogne - Liegi, Giro di Lombardia) e Giro della Svizzera:

    1. 60 punti 2. 54 punti 3. 48 punti 4. 42 punti 5. 36 punti 6. 30 punti 7. 24 punti 8. 18 punti 9. 12 punti 10. 6 punti      


    • Campionato italiano, Classiche internazionali (Freccia Vallone, Amstel Gold Race, Clasica di San Sebastian, Campionato di Zurigo, Parigi - Tours, Gand - Wevelgem, Olimpiadi):


    1. 50 punti 2. 40 punti 3. 30 punti



    • Brevi corse a tappe di maggior prestigio (Tirreno - Adriatico, Parigi - Nizza, Giro del Delfinato, Midi Libre, Giro di Romandia, Giro dei Paesi Baschi, Giro del Trentino, Bicicletta Basca, Vuelta a Burgos, Giro di Catalogna, Giro del Mediterraneo, Giro del Belgio, Vuelta a Murcia, Giro di Danimarca, Criterium International, Giro di Gran Bretagna, Settimana Ciclistica Lombarda, Giro di Aragona, Giro della Comunità Valenciana, Giro dell'Algarve, Tour du Haut Var):


    1. 40 punti


    • Classiche del calendario italiano e classiche minori del calendario internazionale (Tre Valli Varesine, Coppa Agostoni, Coppa Bernocchi, Milano - Torino, Giro del Veneto, Giro del Piemonte, Giro del Friuli, Giro dell'Appennino, Giro del Lazio, Giro dell'Emilia, Trofeo Matteotti, Gran Premio Industria e Commercio, Giro di Toscana, Gran Premio Città di Camaiore, Coppa Sabatini, Trofeo Laigueglia, Coppa Placci, Gran Premio Beghelli, H3 Harelbeke, Freccia del Brabante, Het Volk, Gran Premio di Francoforte, Scheldeprijs, Gran Premio di Vallonia, Gran Premio Primavera):


    1. 30 punti


    • Vittorie di tappa nei grandi giri nazionali (Tour de France, Giro d'Italia e Vuelta a Espana):


    per ogni vittoria al Tour: 15 punti
    per ogni vittoria al Giro: 12 punti
    per ogni vittoria alla Vuelta: 10 punti


    1. Bartali: 5.175 punti (1935-1954): 1.790 punti al Giro d'Italia (tre volte primo, quattro volte secondo, una volta quarto, una volta quinto, una volta settimo, una volta ottavo, una volta nono, una volta decimo), 1.020 punti al Tour de France (due volte primo, una volta secondo, due volte quarto), 384 punti alla Milano - Sanremo (quattro volte primo, due volte quarto, una volta quinto, due volte settimo), 30 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta sesto), 504 punti al Giro di Lombardia (tre volte primo, quattro volte secondo, due volte terzo, una volta nono), 33 punti al campionato del mondo (una volta settimo, una volta nono, una volta decimo),  350 punti al Campionato italiano (quattro volte primo, tre volte secondo, una volta terzo), 120 punti al Giro della Svizzera (due volte primo), 100 punti al Campionato di Zurigo (due volte primo),  40 punti al Giro dei Paesi Baschi (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 90 punti al Giro del Piemonte ( tre volte primo), 90 punti al Giro del Lazio (tre volte primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 150 punti al Giro di Toscana (cinque volte primo) 204 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (17 vittorie di tappa), 180 punti per vittorie di tappa al Tour de France (12 vittorie di tappa)

    2. Coppi: 4.799 punti (1939-1959): 1.960 punti al Giro d'Italia (5 volte primo, due volte secondo, due volte quarto), 740 punti al Tour (due volte primo, una volta decimo), 282 punti alla Milano - Sanremo (tre volte primo, due volte quarto, una volta nono, una volta decimo), 168 punti alla Parigi - Roubaix (una volta primo, due volte secondo), 510 punti al Giro di Lombardia (cinque volte primo, una volta secondo, due volte terzo, una volta quinto, una volta settimo), 190 punti al campionato del mondo (una volta primo, una volta terzo, una volta sesto), 280 punti al Campionato italiano (quattro volte primo, due volte secondo), 40 punti al Campionato di Zurigo (una volta secondo), 90 punti alla Tre Valli Varesine (tre volte primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 90 punti al Giro del Veneto (tre volte primo), 90 punti al Giro dell'Appennino (tre volte primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo) 264 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (22 vittorie di tappa), 135 punti per vittorie di tappa al Tour de France (9 vittorie di tappa)

    3. Moser: 4.627 punti (1973-1988): 1.120 punti punti al Giro d'Italia (una volta primo, tre volte secondo, due volte terzo, una volta quarto, una volta settimo, una volta ottavo), 70 punti al Tour de France (una volta settimo), 10 punti alla Vuelta (una volta decimo), 276 punti alla Milano - Sanremo (una vittoria, una volta secondo, due volte quarto, due volte sesto, una volta ottavo), 174 punti al Giro delle Fiandre (due volte secondo, una volta quarto, una volta settimo), 444 punti alla Parigi - Roubaix (tre volte primo, due volte secondo, due volte terzo, una volta quinto, una volta ottavo, una volta decimo), 48 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta terzo), 258 punti al Giro di Lombardia (due volte primo, una volta terzo, una volta quinto, una volta sesto, una volta settimo),  290 punti al campionato del mondo (una volta primo, due volte secondo, una volta sesto, una volta settimo),  260 punti al campionato italiano (tre volte primo, due volte secondo, una volta terzo),  160 punti al Campionato di Zurigo (una vittoria, due secondi posti, un terzo posto), 40 punti all'Amstel Gold Race (una volta secondo), 50 punti alla Freccia Vallone (una volta primo), 50 punti alla Parigi - Tours (una volta primo), 80 punti alla Gand - Wevelgem (una volta primo, una volta terzo), 80 punti al Giro del Trentino (due volte primo), 80 punti alla Tirreno - Adriatico (due volte primo), 40 punti al Midi Libre (una volta primo), 40 punti al Giro della Catalogna (una volta primo), 120 punti al Giro di Toscana (quattro volte primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 90 punti al Trofeo Matteotti (tre volte primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 60 punti al Giro dell'Appennino (due volte primo), 60 punti alle Tre Valli Varesine (due volte primo), 60 punti alla Coppa Agostoni (due volte primo), 90 punti al Giro del Lazio (tre volte primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Artigianato (una volta primo), 60 punti al Giro del Friuli (due volte primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 276 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (23 vittorie di tappa), 30 punti per vittorie di tappa al Tour de France (2 vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (2 vittorie di tappa)

    4. Gimondi: 4.318 punti (1965-1979)1.410 punti al Giro d'Italia (3 volte primo, una volta secondo, quattro volte terzo, una volta quinto, una volta ottavo), 820 punti al Tour de France (una volta primo, una volta secondo, una volta quarto, una volta sesto, una volta settimo), 200 punti alla Vuelta (una volta primo), 204 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto),  102 punti al Giro delle Fiandre (una volta secondo, una volta quarto, una volta decimo), 120 punti alla Parigi - Roubaix (una volta primo, una volta quarto, una volta ottavo), 36 punti alla Liegi-Bastogne-Liegi (una volta settimo, una volta nono), 312 punti al Giro di Lombardia (due volte primo, due volte secondo, una volta terzo, una volta settimo, una volta nono), 265 punti al campionato del mondo (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta sesto, una volta decimo), 220 punti al campionato italiano (due volte primo, tre volte secondo), 40 punti alla Freccia Vallone (una volta secondo), 40 punti alla Gand Wevelgem (una volta secondo) 40 punti al Giro di Romandia (una volta primo), 40 punti al Giro di Catalogna (una volta primo), 60 punti alla Coppa Agostoni (due volte primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 60 punti al Giro del Piemonte (due volte primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 60 punti al Giro dell'Appennino (due volte primo), 84 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (7 vittorie di tappa), 105 punti per vittorie di tappa al Tour de France (7 vittorie di tappa), 10 punti per vittorie di tappa alla Vuelta a Espana (una vittoria di tappa)

    5. Binda: 3.710 punti (1922-1936): 1.700 punti al Giro d'Italia (5 volte primo, una volta secondo, una volta settimo), 312 punti alla Milano - Sanremo (due volte primo, tre volte secondo, una volta sesto), 336 punti al Giro di Lombardia (quattro volte primo, una volta secondo, una volta quarto), 420 punti al campionato del mondo (tre volte primo, una volta terzo, due volte sesto), 270 punti al campionato italiano (quattro volte primo, una volta secondo, una volta terzo), 60 punti al Giro del Piemonte (due volte primo), 60 punti al Giro di Toscana (due volte primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 492 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (41 vittorie di tappa), 30 punti per vittorie di tappa al Tour de France (2 vittorie di tappa)

    6. Girardengo: 3.206 punti (1912-1936): 810 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, una volta sesto),  654 punti alla Milano - Sanremo (sei volte primo, tre volte secondo, due volte terzo, una volta quinto),  282 punti al Giro di Lombardia (tre volte primo, una volta secondo, una volta sesto, una volta nono, una volta decimo), 70 punti al campionato del mondo (una volta secondo), 520 punti al campionato italiano (nove volte primo, una volta secondo, una volta terzo), 90 punti al Giro del Piemonte (tre volte primo), 90 punti al Giro dell'Emilia (tre volte primo), 120 punti al Giro del Veneto (quattro volte primo), 150 punti alla Milano - Torino (cinque volte primo), 60 punti al Giro di Toscana (due volte primo), 360 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (30 vittorie di tappa)

    7. Saronni: 3.141 punti (1977-1990): 1.030 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta quinto, una volta sesto, una volta settimo), 264 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, tre volte secondo, una volta quarto), 54 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta secondo), 60 punti al Giro di Lombardia (una volta primo), 295 punti al campionato del mondo (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta ottavo, una volta nono), 120 punti al campionato italiano (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo), 130 punti alla Freccia Vallone (una volta primo, due volte secondo), 40 punti alla Parigi - Tours (una volta secondo), 50 punti al Campionato di Zurigio (una volta primo), 60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 80 punti alla Tirreno - Adriatico (due volte primo), 40 punti al Giro di Romandia (una volta primo), 40 punti al Midi Libre (una volta primo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti al Giro di Catalogna (una volta primo), 40 punti alla Settimana Ciclistica Internazionale (una volta primo), (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 120 punti alla Tre Valli Varesine (quattro volte primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti al Giro del Friuli (una volta primo), 60 punti alla Coppa Agostoni (due volte primo), 60 punti al Gran Premio Città di Camaiore (due volte primo), 60 punti alla Coppa Bernocchi (due volte primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti al Trofeo Laigueglia (una volta primo), 288 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (24 vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta a Espana (2 vittorie di tappa)

    8. Magni: 3.133 punti (1940-1956): 1.380 punti al Giro d'Italia (tre volte primo, due volte secondo, due volte sesto, due volte nono), 168 punti al Tour de France (due volte sesto, una volta settimo), 240 punti alla Milano - Sanremo (una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta quinto, una volta settimo, due volte ottavo), 180 punti al Giro delle Fiandre (tre volte primo), 192 punti al Giro di Lombardia (una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto, due volte settimo), 178 punti al campionato del mondo (una volta secondo, due volte quarto, una volta nono), 220 punti al campionato italiano (tre volte primo, una volta secondo, una volta terzo), 60 punti al Giro del Lazio (due volte primo), 60 punti al Giro di Toscana (due volte primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 90 punti al Giro del Piemonte (tre volte primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 78 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia ( 6 vittorie di tappa), 105 punti per vittorie di tappa al Tour de France (7 vittorie di tappa), 30 punti per vittorie di tappa alla Vuelta a Espana (3 vittorie di tappa)

    9. Nibali: 2.861 (2005 - ): 950 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, due volte terzo), 690 punti al Tour de France (una volta primo, una volta terzo, una volta quarto, una volta settimo), 340 punti alla Vuelta a Espana (una volta primo, una volta secondo, una volta settimo) 66 punti alla Milano - Sanremo (una volta terzo, una volta ottavo), 72 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta secondo, una volta ottavo), 96 punti al Giro di Lombardia (una volta primo, una volta quinto), 50 punti al campionato del mondo (una volta quarto), 100 punti al campionato italiano (due volte primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Artigianato (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine ( una volta primo), 80 punti al Giro del Trentino (due volte primo), 80 punti alla Tirreno - Adriatico (due volte primo), 72 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (6 vittorie di tappa), 75 punti per vittorie di tappa al Tour de France (5 vittorie di tappa), 10 punti per vittorie di tappa alla Vuelta a Espana (una vittoria di tappa) [carriera ancora in corso]

    10. Bugno: 2.602 punti (1985-1998):  420 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta quarto, una volta ottavo), 420 punti al Tour de France (una volta secondo, una volta terzo, una volta settimo), 60 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo), 60 punti al Giro delle Fiandre (una volta primo), 78 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta secondo, una volta settimo), 84 punti al Giro di Lombardia (una volta secondo, una volta sesto), 290 punti al campionato del mondo (due volte primo, una volta terzo, una volta ottavo), 180 punti al campionato italiano (due volte primo, due volte secondo), 50 punti alla Clasica di San Sebastian (una volta primo), 50 punti alla Wincanton Classic (una volta primo), 40 punti alla Amstel Gold Race (una volta secondo), 40 punti al Campionato di Zurigo (una volta secondo), 102 punti al Giro della Svizzera (una volta secondo, una volta terzo), 40 punti alla Bicicletta Basca (una volta primo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti al Giro del Mediterraneo (una volta primo), 90 punti al Giro dell'Appennino (tre volte primo), 60 punti al Giro del Friuli (due volte primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 60 punti alla Coppa Agostoni (due volte primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 30 punti Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 108 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (9 vittorie di tappa), 60 punti per vittorie di tappa al Tour de France (4 vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (2 vittorie di tappa)

    11. Bitossi: 2.346 punti (1961-1978): 240 punti al Giro d'Italia (due volte settimo, una volta ottavo, due volte nono, due volte decimo), 60 punti al Tour de France (una volta ottavo), 90 punti alla Milano - Sanremo (una volta terzo, una volta quarto), 42 punti al Giro delle Fiandre (una volta quarto), 426 punti al Giro di Lombardia (due volte primo, due volte secondo, due volte terzo, una volta quarto, due volte ottavo, due volte nono), 188 punti al campionato del mondo (una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta nono),190 punti al campionato italiano (tre volte primo, una volta secondo), 60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 100 punti al Campionato di Zurigo (due volte primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Giro della Catalogna (una volta primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 60 punti alla Coppa Sabatini (due volte primo), 60 punti al Trofeo Laigueglia (due volte primo), 90 punti alla Coppa Agostoni (tre volte primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo), 60 punti alla Coppa Bernocchi (due volte primo), 60 punti al Giro del Veneto (due volte primo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti al Giro del Friuli (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 240 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (venti vittorie di tappa), 60 punti per vittorie di tappa al Tour de France (quattro vittorie di tappa)

    12. Guerra: 2.282 punti (1928 - 1944):  470 punti al Giro d'Italia (una volta primo, due volte quarto, una volta nono), 400 punti al Tour de France (due volte secondo), 186 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, due volte secondo, una volta ottavo), 144 punti al Giro di Lombardia (una volta primo, una volta terzo, una volta quinto),  280 punti al campionato del mondo (una volta primo, due volte secondo, una volta quinto), 250 punti al campionato italiano (5 volte primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 372 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (31 vittorie di tappa), 120 punti per vittorie di tappa al Tour de France (8 vittorie)

    13. Chiappucci: 2.255 punti (1985 - 1999): 550 punti al Giro d'Italia (due volte secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta quinto), 630 punti al Tour de France (due volte secondo, una volta terzo, una volta sesto),  78 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta ottavo),  72 punti al Giro delle Fiandre (una volta quarto, una volta sesto), 96 punti alla Liegi - Bastgone - Liegi (una volta quarto, una volta sesto, una volta settimo), 192 punti al Giro di Lombardia (due volte secondo, una volta quarto, una volta sesto, una volta nono), 70 punti al campionato del mondo (una volta secondo),  30 punti al campionato italiano (una volta terzo), 90 punti alla Clasica di San Sebastian (una volta primo, una volta secondo), 30 punti al campionato di Zurigo (una volta terzo) 60 punti alla Freccia Vallone (due volte terzo), 60 punti al Giro del Piemonte (due volte primo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti al Giro dei Paesi Baschi (una volta primo), 40 punti al Giro della Catalogna (una volta primo) 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una vittoria di tappa), 45 punti per vittorie di tappa al Tour de France (3 vittorie di tappa)

    14. Brunero: 2.083 punti (1919 - 1929): 1.330 punti al Giro d'Italia (tre volte primo, due volte secondo, una volta terzo, una volta nono), 306 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, due volte secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta quinto, una volta nono), 312 punti al Giro di Lombardia(due volte primo, una volta secondo, una volta quarto, due volte quinto, una volta settimo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 60 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (5 vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    15. Rebellin: 2.000 punti (1992 - ): 60 punti al Giro d'Italia (una volta sesto), 40 punti alla Vuelta (una volta settimo), 84 punti alla Milano - Sanremo (due volte quarto),  342 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta primo, due volte secondo, due volte terzo, una volta quinto, una volta sesto, una volta nono), 222 punti al Giro di Lombardia (una volta secondo, tre volte quinto, una volta sesto, una volta ottavo, una volta nono), 90 punti al campionato del mondo (una volta quarto, una volta sesto, una volta ottavo), 60 punti al campionato italiano (due volte terzo), 90 punti all'Amstel Gold Race (una volta primo, una volta secondo), 150 punti alla Freccia Vallone (tre volte primo), 140 punti alla Classica di San Sebastian (una volta primo, tre volte terzo), 80 punti al Campionato di Zurigo (una volta primo, una volta terzo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti alla Parigi - Nizza (una volta primo), 80 punti al Giro del Mediterraneo (due volte primo), 80 punti al Tour du Haut Var (due volte primo), 30 punti al Gran Premio di Francoforte (una volta primo), 90 punti al Giro del Veneto (tre volte primo), 60 punti alla Tre Valli Varesine (due volte primo), 30 punti al Giro del Friuli (una volta primo), 60 punti al Gran Premio Industria e Commercio (due volte primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una volta primo)

    16. Adorni: 1.934 punti (1961 - 1970): 900 punti al Giro d'Italia (una volta primo, due volte secondo, due volte quarto, una volta quinto, una volta settimo, una volta decimo), 40 punti al Tour de France (una volta decimo), 70 punti alla Vuelta (una volta quinto),170 punti al campionato del mondo (una volta primo, una volta secondo), 120 punti al campionato italiano (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo),  90 punti alla Milano - Sanremo (una volta secondo, una volta quinto), 24 punti alla Parigi - Roubaix (una volta settimo), 12 punti al Giro delle Fiandre (una volta nono), 186 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta secondo, due volte terzo, una volta quinto), 30 punti al Giro di Lombardia (una volta sesto),  60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 40 punti al Giro di Romandia (una volta primo), 40 punti al Giro del Belgio (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo) 132 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (11 vittorie di tappa)

    17. Argentin: 1.910 punti (1980 - 1994): 210 punti al Giro d'Italia (una volta terzo, una volta sesto),  144 punti alla Milano - Sanremo (una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto), 60 punti al Giro delle Fiandre (una volta primo), 306 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (quattro volte primo, una volta quinto, una volta sesto), 114 punti al Giro di Lombardia (una volta primo, una volta secondo), 230 punti al campionato del mondo (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo), 100 punti al campionato italiano (due volte primo), 190 punti alla Fraccia Vallone (tre volte primo, due volte secondo), 40 punti alla Parigi - Tours (una volta secondo) 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 80 punti alla Settimana Ciclistica Internazionale (due volte primo), 60 punti al Gran Premio Industria e Commercio (due volte primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 60 punti al Giro del Veneto (due volte primo), 156 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (13 vittorie di tappa), 30 punti per vittorie di tappa al Tour de France (2 vittorie di tappa)

    18. Bartoli: 1.883 punti (1992 - 2004): 20 punti alla Vuelta (una volta nono), 90 punti alla Milano - Sanremo (una volta quinto, due volte ottavo), 180 punti al Giro delle Fiandre (una volta primo, una volta quarto, una volta sesto, due volte settimo), 210 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (due volte primo, una volta terzo, una volta quarto), 324 punti al Giro di Lombardia (due volte primo, una volta terzo, due volte quarto, due volte quinto), 175 punti al campionato del mondo (due volte terzo, una volta quarto, una volta decimo), 90 punti al campionato italiano (una volta primo, una volta secondo), 90 punti al Campionato di Zurigo (una volta primo, una volta secondo), 80 punti all'Amstel Gold Race (una volta primo, una volta terzo), 80 punti alla Freccia Vallone (una volta primo, una volta terzo), 80 punti alla Tre giorni di La Panne (due volte primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Giro del Mediterraneo (una volta primo), 30 punti al Gran Premio di Francoforte (una volta primo), 30 punti alla Het Volk (una volta primo), 60 punti alla Freccia del Brabante (due volte primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Artigianato (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 30 punti al Trofeo Laigueglia (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 30 punti al Giro del Friuli (una volta primo), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa)


    19. Baronchelli: 1.864 punti (1974 - 1989):  770 punti al Giro d'Italia (due volte secondo, una volta terzo, tre volte quinto, due volte sesto, due volte decimo), 66 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta quarto, una volta settimo), 240 punti al Giro di Lombardia (due volte primo, due volte sesto, due volte settimo, una volta nono), 70 punti al campionato del mondo (una volta secondo), 60 punti al campionato italiano (due volte terzo), 40 punti al Giro dei Paesi Baschi (una volta primo), 40 punti al Giro di Romandia (una volta primo), 40 punti alla Ruota d'Oro (una volta primo), 30 punti al Gran Premio di Francoforte (una volta primo), 180 punti al Giro dell'Appennino (sei volte primo), 60 punti al Giro del Piemonte (due volte primo), 60 punti al Giro di Toscana (due volte primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti Gran Premio Industria e Artigianato (una volta primo), 30 punti Giro dell'Emilia (una volta primo), 48 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (quattro tappe vinte), 10 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (una tappa vinta)

    20. Bettini: 1.861 punti (1997 - 2008): 50 punti al Giro d'Italia (una volta settimo), 114 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta quinto, una volta ottavo), 36 punti al Giro delle Fiandre (una volta settimo, una volta nono), 306 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (due volte primo, una volta secondo, due volte quarto, una volta quinto, una volta nono), 138 punti al Giro di Lombardia (due volte primo, una volta nono, una volta decimo),  328 punti al campionato del mondo (due volte primo, una volta secondo, una quarto, una volta nono), 50 punti alle Olimpiadi (una volta primo), 100 punti al campionato italiano (due volte primo), 210 punti al Campionato di Zurigo (due volte primo, due volte secondo, una volta terzo), 90 punti alla Classica di Amburgo (una volta primo, una volta secondo), 90 punti alla Clasica di San Sebastian (una volta primo, una volta secondo), 30 punti all'Amstel Gold Race (una volta terzo) 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Giro del Mediterraneo (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 30 punti al Giro del Lazio  (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti al Gran Premio città di Camaiore (una volta primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa), 50 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (cinque vittorie di tappa)

    21.  Ivan Basso: 1.791 punti (1999 - 2015): 770 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta terzo, una volta quinto), 490 punti al Tour de France (una volta secondo, una volta terzo, due volte settimo), 70 punti alla Vuelta (una volta quarto), 78 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta terzo, una volta ottavo, due volte decimo) 110 punti al Giro di Lombardia (una volta terzo, una volta quarto), 40 punti al Giro di Danimarca  (una volta primo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti al Criterium International (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Commercio (una volta primo), 78 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (sei vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa) [carriera ancora in corso]

    22. Belloni: 1.778 punti (1916 - 1932): 680 punti al Giro d'Italia (una volta primo, due volte secondo, una volta quarto), 342 punti alla Milano - Sanremo (due volte primo, tre volte secondo, una volta quarto, una volta ottavo), 30 punti alla Parigi - Roubaix (una volta sesto), 390 punti al Giro di Lombardia (tre volte primo, una volta secondo, una volta terzo, tre volte sesto), 50 punti al campionato del mondo (una volta quarto), 70 punti al campionato italiano (una volta secondo, una volta terzo) 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 156 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (tredici vittorie di tappa)

    23. Zilioli: 1.668 punti (1962 - 1976): 700 punti al Giro d'Italia (tre volte secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta quinto), 60 punti alla Milano - Sanremo (una volta quarto, una volta ottavo), 12 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta nono), 126 punti al Giro di Lombardia (due volte quinto, due volte settimo, una volta decimo), 75 punti al campionato del mondo (una volta quinto, una volta sesto, una volta decimo), 130 punti al campionato italiano (una volta secondo, tre volte terzo), 50 punti al Campionato di Zurigo (una volta primo), 40 punti alla Settimana Catalana (una volta primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 60 punti al Giro del Veneto (due volte primo), 60 punti al Giro dell'Appennino (due volte primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Commercio (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 30 punti al Trofeo Laigueglia (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 60 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (cinque vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    24. Simoni: 1.675 punti (1994 - 2010): 1.250 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, quattro volte terzo, una volta quarto, una volta decimo), 10 punti alla Vuelta (una volta decimo), 84 punti al Giro di Lombardia (una volta secondo, una volta sesto), 40 punti al campionato italiano (una volta terzo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta primo), 96 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (8 vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta a Espana (due vittorie di tappa)

    25. Dancelli: 1.623 punti (1963 - 1974): 200 punti al Giro d'Italia (una volta quarto, due volte sesto), 132 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta quarto, una volta sesto), 30 punti al Giro delle Fiandre (una volta sesto), 30 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta sesto), 174 punti al Giro di Lombardia (una terzo, una volta quinto, una volta sesto, una volta settimo, una volta ottavo, una volta nono, una volta decimo), 180 punti al campionato del mondo (due volte terzo, una volta sesto, una volta settimo, una volta ottavo), 200 punti al campionato italiano (due volte primo, una volta secondo, due volte terzo), 50 punti alla Freccia Vallone (una volta primo), 90 punti al Gran Premio Industria e Commercio (tre volte primo), 90 punti al Giro dell'Appennino (tre volte primo), 60 punti al Giro del Veneto (due volte primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 60 punti al Giro del Lazio (due volte primo), 60 punti al Trofeo Laigueglia (due volte primo), 132 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (undici vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    26. Cunego: 1.564 punti (2002 - ): 510 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta quarto, una volta quinto, una volta sesto), 80 punti al Tour de France (una volta sesto), 108 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta terzo, due volte settimo, una volta nono), 180 punti al Giro di Lombardia (tre volte primo), 88 punti al campionato del mondo (una volta secondo, una volta ottavo, una volta nono), 40 punti al campionato italiano (una volta secondo), 50 punti all'Amstel Gold Race (una volta primo), 60 punti alla Freccia Vallone (due volte terzo), 120 punti al Giro del Trentino (tre volte primo), 80 punti alla Settimana Internazionale di Coppi e Bartali (due volte primo), 30 punti al Gran Premio Primavera (una volta primo), 60 punti al Gran Premio Industria e Artigianato (due volte primo), 60 punti al Giro dell'Appennino (due volte primo), 30 punti al Gran Premio Beghelli (una volta primo), 48 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (quattro vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (due vittorie di tappa) [carriera ancora in corso]


    27. Motta: 1.594 punti (1964 - 1976): 430 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta quinto, una volta sesto), 150 punti al Tour de France (una volta terzo), 144 punti alla Milano - Sanremo (due volte secondo, una volta settimo, una volta nono), 30 punti al Giro delle Fiandre (una volta sesto),  6 punti alla Parigi - Roubaix (una volta decimo),  30 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta sesto),  174 punti al Giro di Lombardia(una volta primo, una volta terzo, una volta quinto, una volta sesto), 100 punti al campionato del mondo (due volte quarto), 60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 80 punti al Giro di Romandia (due volte primo), 120 punti alla Tre Valli Varesine (quattro volte primo), 90 punti al Giro dell'Emilia (tre volte primo), 60 punti al Giro dell'Appennino (due volte primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 60 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (cinque vittorie di tappa)

    27. Nencini: 1.536 punti (1953 - 1965): 640 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta quinto, una volta decimo),  530 punti al Tour de France (una volta primo, una volta quinto, una volta sesto), 20 punti alla Vuelta (una volta nono), 60 punti al campionato del mondo (una volta quarto, una volta ottavo), 30 punti al Giro delle Fiandre  (una volta sesto), 40 punti al Campionato di Zurigo (una volta secondo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 96 punti  per vittorie di tappa al Giro d'Italia(8 vittorie di tappa), 60 punti per vittorie di tappa al Tour de France (4 vittorie di tappa)


    29. Battaglin: 1.501 punti (1973 - 1984): 660 punti al Giro d'Italia (una volta primo, due volte terzo, una volta sesto), 80 punti al Tour de France (una volta sesto), 200 punti alla Vuelta (una volta primo), 48 punti al Giro di Lombardia (una volta terzo), 40 punti al campionato del mondo (una volta sesto, due volte decimo), 120 punti al campionato italiano (tre volte secondo), 40 punti al Giro dei Paesi Baschi (una volta primo), 60 punti alla Coppa Placci (due volte primo), 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 15 punti al Tour de France (una volta primo), 48 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (quattro vittorie di tappa), 10 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (una vittoria di tappa)

    30. Cipollini: 1.480 punti (1989 - 2008): 234 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, due volte secondo, una volta quarto, una volta settimo), 12 punti al Giro delle Fiandre (una volta nono), 100 punti al campionato del mondo (una volta primo), 50 punti al campionato italiano (una volta primo), 190 punti alla Gand - Wevelgem (tre volte primo, una volta secondo), 60 punti alla Scheldeprijs (due volte primo), 60 punti al Trofeo Luis Puig (due volte primo), 30 punti alla E3 Harelbeke, 30 punti al Gran Premio Beghelli (una volta primo), 504 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (42 vittorie di tappa), 180 punti per vittorie di tappa al Tour de France (12 vittorie di tappa), 30 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (tre vittorie di tappa)

    31. Pantani: 1.398 punti (1992 - 2003): 450 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta secondo), 650 punti al Tour de France (una volta primo, due volte terzo), 18 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta ottavo), 60 punti al campionato del mondo (una volta terzo), 40 punti alla Vuelta a Murcia (una volta primo), 60 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (cinque vittorie di tappa), 120 punti per vittorie di tappa al Tour de France (otto vittorie di tap

    32. Balmamion: 1.366 punti (1961 - 1972): 920 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, una volta quinto, una volta sesto, una volta ottavo), 150 punti al Tour de France (una volta terzo), 10 punti al campionato del mondo (una volta ottavo), 50 punti al campionato italiano (una volta primo), 18 punti alla Milano - Sanremo (una volta ottavo), 108 punti al Giro della Svizzera (due volte secondo), 50 punti al campionato di Zurigo (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta primo)

    33. Di Luca: 1.334 punti (1999 - 2013): 420 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta quarto, una volta ottavo), 90 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta primo, una volta ottavo, una volta nono), 126 punti al Giro di Lombardia (una volta primo, una volta secondo, una volta nono), 30 punti al campionato italiano (una volta terzo), 110 punti all'Amstel Gold Race  (una volta primo, due volte terzo), 120 punti alla Freccia Vallone (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo), 30 punti alla Clasica di San Sebastian (una volta terzo), 40 punti alla Settimana Ciclistica Lombarda (una volta primo), 40 punti al Giro dei Paesi Baschi (una volta primo),  30 punti al Gran Premio Industria e Artigianato (una volta primo), 30 punti al Trofeo Laigueglia (una volta primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 78 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (sei vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (due vittorie di tappa)

    34. Defilippis: 1.319 punti (1952 - 1964): 120 punti al Giro d'Italia (una volta terzo, una volta decimo), 170 punti al Tour de France (una volta quinto, una volta settimo), 60 punti alla Milano - Sanremo (una volta quinto, una volta settimo), 78 punti al Giro delle Fiandre (una volta secondo, una volta settimo), 30 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta sesto), 138 punti al Giro di Lombardia (una volta primo, una volta secondo, una volta settimo), 70 punti al campionato del mondo (una volta secondo), 180 punti al campionato italiano (due volte primo, due volte secondo), 60 punti alla Tre Valli Varesine (due volte primo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 60 punti al Giro del Lazio (due volte primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 108 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (dodici vittorie di tappa), 105 punti per vittorie di tappa al Tour de France (sette vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (due vittorie di tappa)

    35. Fondriest: 1.314 punti (1987 - 1998): 40 punti al Giro d'Italia (una volta ottavo), 204 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, due volte secondo, una volta quinto), 96 punti al Giro delle Fiandre (una volta quarto, una volta quinto, una volta ottavo), 48 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta terzo), 36 punti al Giro di Lombardia (una volta quinto), 156 punti al campionato del mondo (una volta primo, una volta quinto, due volte nono), 60 punti al campionato italiano (due volte terzo), 80 punti al Campionato di Zurigo (una volta primo, una volta terzo), 80 punti alla Freccia Vallone (una volta primo, una volta terzo), 30 punti alla Clasica di San Sebastian (una volta terzo) 100 punti alla Parigi - Tours (una volta secondo, due volte terzo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Giro di Gran Bretagna (una volta primo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti al Midi Libre (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Commercio (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 60 punti alla Coppa Sabatini (due volte primo), 60 punti al Giro del Lazio (due volte primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa)

    36. Panizza: 1.285 punti (1967 - 1985): 600 punti al Giro d'Italia (una vola secondo, una volta quarto, due volte quinto, tre volte sesto, una volta nono, una volta decimo), 120 punti al Tour de France (una volta quarto), 54 punti alla Milano - Sanremo (una volta secondo), 54 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta terzo, una volta decimo),  198 punti al Giro di Lombardia (una volta terzo, due volte quarto, una vola quinto, una volta ottavo, una volta nono), 50 punti al campionato del mondo (una volta quarto), 70 punti al campionato italiano (una volta secondo, una volta terzo), 40 punti al Midi Libre (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro del Friuli (una volta primo), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (15 punti)

    37. Bottecchia: 1.255 punti (1921 - 1927): 70 punti al Giro d'Italia (una volta quinto), 900 punti al Tour de France (due volte primo, una volta secondo), 48 punti alla Milano - Sanremo (una vola quinto, una volta nono), 102 punti al Giro di Lombardia (due volte quarto, una volta ottavo), 135 punti per vittorie di tappa al Tour de France (9 vittorie di tappa)

    38. Pozzato: 1.226 punti (2000 - ): 188 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta secondo, una volta quinto, una volta sesto, una volta ottavo), 110 punti al Giro delle Fiandre (una volta secondo, una  volta quinto, una volta sesto, una volta ottavo), 78 punti alla Parigi - Roubaix (una volta secondo, una volta settimo), 50 punti al campionato del mondo (una volta quarto), 190 punti al campionato italiano (una volta primo, due volte secondo, due volte terzo), 80 punti alla Classica di Amburgo (una volta primo, una volta terzo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Tour du Haut Var (una volta primo), 90 punti al Trofeo Laigueglia (tre volte primo), 60 punti al Trofeo Matteotti (due volte primo), 30 punti alla Het Volk (una volta primo) 30 punti alla E3 Harelbeke (una volta primo), 30 punti Gran Premio Industria e commercio (una volta primo), 30 punti Gran Premio Industria e Artigianato (una volta primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Beghelli (una volta primo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una vittoria di di tappa), 30 punti per vittorie di tappa al Tour de France (due vittorie di tappa) [carriera ancora in corso]

    39. Garzelli: 1.152 punti (1992 - 2013): 610 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta secondo, una volta quinto, una volta sesto, una volta nono), 90 punti alla Milano - Sanremo (una volta quarto, due volte settimo), 54 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta secondo), 18 punti al Giro di Lombardia (una volta ottavo), 60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 40 punti al Giro di Aragona (una volta primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 60 punti al Gran Premio Industria e Artigianato (due volte primo), 60 punti alla Tre Valli Varesine (due volte primo), 120 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (dieci vittorie di tappa)

    40. Petacchi: 1.102 punti (1996 - 2015): 258 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto, una volta quinto, una volta ottavo), 90 punti alla Parigi - Tours (una volta primo, una volta secondo), 40 punti al Giro della Comunità Valenciana (una volta primo), 40 punti al Giro dell'Algarve (una volta primo), 60 punti al Trofeo Luis Puig (due volte primo), 30 punti alla Scheldeprijs (una volta primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo), 264 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (ventidue vittorie di tappa), 90 punti per vittorie di tappa al Tour de France (sei vittorie di tappa), 200 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (venti vittorie di tappa)

    41. Baldini: 1.063 punti (1957 - 1964): 450 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta terzo, una volta settimo), 140 punti al Tour de France (una volta sesto, una volta ottavo), 6 punti alla Milano - Sanremo (una volta decimo), 42 punti al Giro di Lombardia (una volta settimo, una volta ottavo), 100 punti al campionato del mondo (una volta primo), 100 punti al campionato italiano (due volte primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Commercio (una volta primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 60 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (cinque vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    42. Savoldelli: 1.051 punti (1996 - 2008): 850 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, una volta quinto, una volta nono), 80 punti al Giro del Trentino (due volte primo), 40 punti al Giro di Romandia (una volta primo), 30 punti al Trofeo Laigueglia (una volta primo), 36 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (tre vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    43. Chioccioli: 1.041 punti (1982 - 1994): 690 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta terzo, due volte quinto, due volte sesto, una volta nono), 42 punti alla Milano - Sanremo (una volta settimo, una volta ottavo), 40 punti al campionato italiano (una volta secondo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti alla Bicicletta Basca (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti al Giro del Friuli (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 84 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (sette vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    44. Scarponi: 1.020 punti (2002 - ): 540 punti al Giro d'Italia (una volta primo, tre volte quarto), 30 punti alla Milano - Sanremo (una volta sesto), 120 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta quarto, una volta quinto, una volta settimo, una volta ottavo), 54 punti al Giro di Lombardia (una volta secondo), 40 punti al campionato italiano (una volta secondo), 80 punti alla Settimana Ciclistica Lombarda (due volte primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Giro di Catalogna (una volta primo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 36 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (tre vittorie di tappa)

    45. Valetti: 1.012 punti: 820 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta secondo, una volta quinto), 6 punti al Giro di Lombardia (una volta decimo), 60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 30 punti al Giro del Lazio (una volta primo), 96 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (otto vittorie di tappa) [carriera ancora in corso]

    46. Fornara: 943 punti (1949 - 1961): 280 punti al Giro d'Italia (una volta terzo, una volta settimo, due volte ottavo, una volta nono, una volta decimo), 120 punti al Tour de France (una volta quarto), 130 punti alla Vuelta (una volta secondo, una volta ottavo), 6 punti alla Milano - Sanremo (una volta decimo), 54 punti al Giro di Lombardia (una volta quinto, una volta ottavo), 25 punti al campionato del mondo (una volta settimo, una volta decimo),  240 punti al Giro della Svizzera (quattro volte primo), 40 punti al Giro di Romandia (una volta primo), 48 punti al Giro d'Italia (quattro vittorie di tappa)

    47. Marino Basso: 932 punti (1966 - 1978): 126 punti alla Milano - Sanremo (due volte terzo, una volta sesto), 48 punti al Giro delle Fiandre (una volta terzo), 48 punti alla Parigi - Roubaix (una volta terzo), 100 punti al campionato del mondo (una volta primo), 60 punti al campionato italiano (due volte terzo), 40 punti alla Parigi - Tours (una volta secondo), 30 punti al Campionato di Zurigo (una volta terzo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 30 punti al Trofeo Matteotti (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 180 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (quindici vittorie di tappa), 90 punti per vittorie di tappa al Tour de France (sei vittorie di tappa), 60 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (sei vittorie di tappa)

    48. Olmo: 872 punti (1933 - 1942): 330 punti al Giro d'Italia (una volta secondo, una volta terzo, una volta quarto), 150 punti alla Milano - Sanremo (due volte primo, una volta sesto), 42 punti al Giro di Lombardia (una volta quarto), 50 punti al campionato italiano (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 30 punti al Giro dell'Emilia (una volta primo), 240 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (venti vittorie di tappa)

    49. Bontempi: 863 punti (1981 - 1995): 102 punti alla Milano - Sanremo (una volta secondo, una volta terzo), 24 punti al Giro delle Fiandre (una volta settimo), 100 punti alla Gand - Wevelgem (due volte primo), 90 punti al Giro del Friuli (tre volte primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 60 punti alla Tre Valli Varesine (due volte primo), 60 punti alla Coppa Bernocchi (due volte primo), 30 punti alla Parigi - Bruxelles (una volta primo), 30 punti al Gran Premio E3 Harelbeke (una volta primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 192 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (sedici vittorie di tappa), 75 punti per vittorie di tappa al Tour de France (cinque vittorie di tappa), 40 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (due vittorie di tappa)

    50. Gotti: 844 punti (1991 - 2022): 720 punti al Giro d'Italia (due volte primo, una volta quinto, una volta settimo), 100 punti al Tour de France (una volta quinto), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa)

    51. Adolfo Leoni: 813 punti (1938 - 1952): 84 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta settimo), 18 punti alla Parigi - Roubaix (una volta ottavo), 222 punti al Giro di Lombardia (due volte secondo, due volte quarto, una volta sesto), 10 punti al campionato del mondo (una volta ottavo), 80 punti al campionato italiano (una volta primo, una volta terzo), 60 punti al Giro dell'Emilia (due volte primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti al Giro del Veneto (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 204 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (diciassette vittorie di tappa), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France (una vittoria di tappa)

    52. Tafi: 794 punti (1988 - 2005): 60 punti al Giro delle Fiandre (una volta primo), 204 punti alla Parigi - Roubaix(una volta primo, una volta secondo, una volta terzo, una volta quinto, una volta decimo), 90 punti al Giro di Lombardia (una volta primo, una volta settimo, una volta decimo), 40 punti al campionato del mondo (una volta sesto, una volta ottavo), 80 punti al campionato italiano (una volta primo, una volta terzo), 50 punti alla Parigi - Tours (una volta primo), 30 punti alla Parigi - Bruxelles (una volta primo), 90 punti al Giro del Lazio (tre volte primo), 30 punti alla Coppa Placci (una volta primo), 30 punti alla Coppa Sabatini (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo)

    53. Visentini: 780 punti (1978 - 1990): 540 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta secondo, una volta sesto, una volta nono), 40 punti al campionato italiano (una volta secondo), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti alla Ruota d'Oro (una volta primo), 60 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (cinque vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (due vittorie di tappa)

    54. Ballerini: 756 punti (1986 - 2001): 24 punti alla Milano - Sanremo (una volta settimo), 174 punti al Giro delle Fiandre (una volta terzo, una volta quarto, una volta sesto, due volte ottavo, una volta nono, una volta decimo), 312 punti alla Parigi - Roubaix (due volte primo, una volta secondo, una volta terzo, due volte quinto, una volta ottavo), 54 punti al Giro di Lombardia (una volta terzo, una volta decimo). 30 punti alla Parigi - Bruxelles (una volta primo), 30 punti alla Het Volk (una volta primo), 30 punti al Gran Premio di Vallonia (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti al Giro del Piemonte (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Città di Camaiore (una volta primo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una vittoria di tappa)

    55. Giovannetti: 752 punti (1985 - 1994): 420 punti al Giro d'Italia (una volta terzo, una volta quarto, due volte sesto, tre volte ottavo), 270 punti alla Vuelta (una volta primo, una volta quarto), 50 punti al campionato italiano (una volta primo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una volta primo)

    56. Aru: 743 punti (2012 - ): 250 punti al Giro d'Italia (una volta secondo, una volta terzo), 100 punti al Tour de France (una volta quinto), 260 punti alla Vuelta (una volta primo, una volta quinto), 12 punti al Giro di Lombardia  (una volta nono), 50 punti al campionato italiano (una volta primo), 15 punti per vittorie di tappa al Tour de France  (una vittoria di tappa), 36 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (tre vittorie di tappa), 20 punti per vittorie di tappa alla Vuelta (due vittorie di tappa)[carriera ancora in corso]


    57. Furlan: 668 punti (1989 - 1998): 90 punti alla Milano - Sanremo (una volta primo, una volta sesto), 90 punti alla Liegi - Bastogne - Liegi (una volta terzo, una volta settimo, una volta ottavo), 54 punti al Giro di Lombardia (una volta secondo), 90 punti al campionato italiano (una volta primo, una volta secondo), 90 punti alla Freccia Vallone (una volta primo, una volta secondo), 30 punti al Campionato di Zurigo (una volta terzo), 60 punti al Giro della Svizzera (una volta primo), 40 punti alla Tirreno - Adriatico (una volta primo), 40 punti al Criterium International (una volta primo), 30 punti alla Coppa Bernocchi (una volta primo), 30 punti al Giro di Toscana (una volta primo), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa)


    58. Pambianco: 578 punti (1958 - 1966): 350 punti al Giro d'Italia (una volta primo, una volta settimo), 70 punti al Tour de France (una volta settimo), 6 punti al Giro di Lombardia (una volta decimo), 40 punti al campionato del mondo (una volta quinto), 40 punti al campionato italiano (una volta secondo), 30 punti alla Freccia del Brabante (una volta primo), 30 punti alla Milano - Torino (una volta primo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una vittoria di tappa)

    59. Giuseppe Pancera: 560 punti (1925-1934): 270 punti al Giro d'Italia (una volta secondo, una volta quinto, una volta settimo), 200 punti al Tour de France (una volta secondo), 30 punti al campionato italiano (una volta terzo), 60 punti alla Coppa Bernocchi (due volte primo)


    60. Raffaele Di Paco: 507 punti (1928-1944)72 punti alla Milano - Sanremo (una volta quarto, una volta sesto), 78 punti al Giro di Lombardia (una volta terzo, una volta ottavo, una volta nono), 192 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (sedici vittorie di tappa), 165 punti per vittorie di tappa al Tour de France (undici vittorie di tappa)

    61. Visconti: 472 punti (2005 - ): 78 punti al Giro di Lombardia (una volta quarto, una volta settimo, una volta nono), 190 punti al campionato italiano (tre volte primo, una volta secondo), 60 punti al Gran Premio Primavera (due volte primo), 60 punti alla Coppa Sabatini (due volte primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Commercio (una volta primo), 24 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (due vittorie di tappa) [carriera ancora in corso]

    62. Giupponi: 420 punti (1985 - 1994): 300 punti al Giro d'Italia (una volta secondo, una volta quarto, una volta quinto), 48 punti al Giro di Lombardia (una volta sesto, una volta ottavo), 30 punti al campionato italiano (una volta terzo), 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta terzo), 12 punti per vittorie di tappa al Giro d'Italia (una vittoria di tappa)

    63. Pozzovivo: 394 punti (2005- ): 220 punti al Giro d'Italia (una volta quinto, un sesto, una volta ottavo, una volta nono, una volta decimo), 50 punti alla Vuelta (una volta sesto), 54 punti alla Liegi-Bastogne-Liegi (una volta quinto, una volta ottavo), 30 punti al Giro di Lombardia (una volta sesto), 40 punti al Giro del Trentino (una volta primo), [carriera ancora in corso]

    64. Colbrelli: 358 punti (2012- ): 42 punti alla Milano-Sanremo (una volta sesto, una volta nono), 6 punti alla Parigi - Roubaix (una volta decimo), 30 punti all'Amstel Gold Race (una volta terzo), 40 punti al Tour du Limousin (una volta primo), 30 punti alla Freccia del Brabante (una volta primo), 60 punti alla Coppa Sabatini (due volte primo), 30 punti al Giro dell'Appennino (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Industria e Commercio (una volta primo), 30 punti alla Coppa Agostoni (una volta primo), 30 punti alla Tre Valli Varesine (una volta primo), 30 punti al Gran Premio Beghelli (una volta primo)[carriera ancora in corso]


















    Nessun commento:

    Posta un commento