martedì 20 marzo 2012

Del Piero raggiunge Baggio: 318 gol in carriera

Il gol nella semifinale di Coppa Italia contro il Milan permette a Del Piero di raggiungere Roberto Baggio a quota 318 gol in carriera, al terzo posto nella graduatoria dei cannonieri italiani di tutti i tempi dopo Piola, 364 gol, e Meazza, 338 gol, gli alfieri della stagione più straordinaria del calcio nostrano. Baggio raggiunto, insomma, ma nessun dubbio che sia stato molto più forte di Del Piero. Il capitano della Juventus è seguito, in questa speciale classifica, da Inzaghi, autore di 315 reti, Altobelli, 298 gol, Vialli 286 gol, Totti 281 gol.

26 commenti:

  1. "Baggio raggiunto, insomma, ma nessun dubbio che sia stato molto più forte di Del Piero."

    Ognuno ha la sua opinione. Se per forte (molto di più) si intende tecnicamente, può darsi. Se si intende continuo, mi pare difficile. Se si parla di trofei vinti, beh non c'è davvero nessun dubbio su chi sia stato più forte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Roberto Baggio ha giocato prima nella Fiorentina, che addirittura retrocesse nel '90. Poi, nella Juventus che faticava a ritornare ai vertici. Tra il 1986 ed il 1994, la Juve rimase senza vincere uno scudetto. Del Piero ebbe invece la fortuna d'incrociare uno dei più vincenti cicli bianconeri. Contribuendovi, non dico di no, ma insomma anche molto avvantaggiandosene. Del Piero, insomma, è stato un goleador, i numeri lo testimoniano. Roberto Baggio un vero e proprio artista. Superiore nel dribbling e negli assist. Che ha rischiato di smettere la carriera prima ancora di cominciarla. Rimase fermo due anni e tornò a giocare, nel 1987, quando pochi credevano che ce l'avrebbe fatta. Quanto a talento, ripeto, Baggio è stato più forte.

      Elimina
    2. Aggiungo anche che, in nazionale, Roberto Baggio ha fatto assai più di Del Piero, nonostante i gol siano 27 per entrambi. Intanto perché i 27 gol di Baggio sono stati segnati in 56 partite, mentre i 27 di Del Piero sono stati il frutto di 91 partite. Ma, anche perché Baggio è stato la rivelazione di Italia '90 e, con Romario, la stella di Usa '94. Del Piero, invece, con la maglia azzurra ha stentato di più, senza caratterizzare una competizione.

      Elimina
    3. e i Mondiali del 2006 non li hai visti?

      Elimina
    4. Li ho visti. Del Piero ha segnato su assist di Gilardino il gol del 2-0 in semifinale contro la Germania. Un gol bello, senza dubbio, ma non esattamente decisivo.

      Elimina
  2. Gigi Riva era fortissimo ma ha vinto pochissimo!
    Del Piero è bravo, Baggio è stato un campione.

    RispondiElimina
  3. Il criterio dei trofei vinti è un criterio che va sempre utilizzato con grande cautela. Altrimenti, si rischia di mettere nella hall of fame gente come Costacurta, Angelo colombo, Pessotto, etc etc., solo perchè da soli hanno sollevato più trofei di Maradona. Il calcio è e rimane uno sport di squasra. Anche io sono dell'avviso che Baggio non sia paragonabile a Del Piero. Più forte tecnicamente e più decisivo. Il Divin Codino ha scirtto pagine memorabili della nostra storia calcistica. E anche su Gigi Riva sarei meno severo. Ha vinto poco, ma il suo contrbuto allo scudetto del Cagliari e al secondo posto a Messico 1970 è stato considerevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mettiamola così, nella valutazione di un campione i trofei di squadra contano fino ad un certo punto, quello fissato dal contributo del campione alla conquista del trofeo. Stagione 1994/95, per fare un esempio, primo scudetto della Juve di Lippi, 8 gol di Del Piero, ma anche 8 gol di Baggio in sole 17 partite, ma grande rendimento anche di Ravanelli e Vialli, Paulo Sousa e Ferrara e Peruzzi. Del Piero ha sì vinto molto, ma, di certo, non da solo. Anzi. Non per niente, Baggio è stato primo e secondo al pallone d'oro, Del Piero mai è andato oltre il quarto posto. Lo stesso Riva, al pallone d'oro, premio raramente generoso con gli italiani, è stato secondo e terzo.

      Elimina
  4. Inoltre, segnalo che la media gol di Roberto Baggio in carriera, frutto di 699 partite giocate e 318 gol segnati, è stata di 0,45, contro l'inferiore media di Del Piero di 0,39, frutto di 815 partite giocate e gli stessi 318 gol segnati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bisognerebbe valutare i minuti giocati, le partite non sono rilevanti

      Elimina
    2. Osservazione pertinente. Non sono in grado, al momento, di fare un confronto quanto ai minuti giocati tra Baggio e Del Piero. So, però, che Baggio spesso è stato sostituito in carriera, da Lippi, ma anche da Capello al Milan e da Ulivieri al Bologna. Spesso è entrato dalla panchina, all'Inter, per esempio, sicché è verosimile che anche sotto questo profilo Del Piero abbia giocato di più. Poi, se dobbiamo attenerci al rapporto tra minuti giocati e gol segnati, allora, tra i trequartisti, Recoba svetta su tutti.

      Elimina
    3. Recoba svetta su tutti???? si per lo stipendio!!!!

      Elimina
    4. Ha guadagnato molto per due anni e pagato quell'ingaggio in termini di immagine. Il rapporto tra rendimento, reti e minuti giocati da Recoba resta però altissimo.

      Elimina
    5. Baggio fenomeno assoluto.. io ho la fortuna di conoscere personalmente i gemelli filippini, compagni di squadra di Baggio quando era nel Brescia. Sono i primi ad ammettere che la squadra giocava (e correva) per lui, riconoscendo che è giusto che fosse così. Non a caso, con Baggio in campo il Brescia si è salvato sempre è ha raggiunto un piazzamento record nella sua storia in campionato, nonché la finale di intertoto, persa allo stasio dei principi con il Psg.. questa è leggenda! una leggenda di provincia.

      Elimina
    6. Appunto. I compagni di squadra per Baggio correvano volentieri, sapendo che sarebbero arrivate le vittorie. Baggio aveva il dono speciale di far crescere il rendimento di chiunque gli giocasse vicino: vero segno di distinzione dei campionissimi.

      Elimina
  5. La differenza è che Baggio per rendere aveva bisogno di una squadra che giocasse per lui. Del Piero, invece, è sempre stato al servizio della squadra. Baggio a fine carriera ha segnato tanti gol perchè Brescia e Bologna giocavano per lui, giocava sempre e tirava tutte le punizioni e i rigori. Se guardate le statistiche di quando ha giocato in Milan o Inter sono inferiori. Baggio ha segnato alcuni gol anche in serie C. Il numero di presenze inganna. Spesso Del Piero ha giocato 5 minuti. Se fosse andato in una piccola negli ultimi anni avrebbe segnato di più. Del Piero si giocava il posto coi campioni, Baggio scappava.

    RispondiElimina
  6. Qaunta gratuita cattiveria nei confronti del Divin Codino. E quante inesattezze...Baggio ha militato per ben dieci anni in tutte e tre le nobili del calcio italiano e lo ha fatto sino al 34simo anno di età, allorqaundo si è trasferito a Brescia. Ed in queste società, è stato decisivo come pochi altri lo sono stati nella storia del football. Poi francamente non capisco cosa significhi la locuzione "le squadre giocavano per lui ". Come se sssere leader di una squadra, come lo fu Baggio in nazionale, alla Juve di Trapattoni o al Milan fosse una nota di demerito. Mah...Non aveva carattere?! altra considerazione a dir poco discutibilie...Come se il nostro non avesse dato spesso dimostrazione di grande personalità e carisma. Il campione di cui ricordo le gesta a Usa 94, quello che da solo, incantando il mondo, ci ha trascinati in finale mi dava un'impressione un po' diversa. L'unica cosa da cui scappava, riuscendoci peraltro benissimo, erano i takles dei terzini avversari. Quanto al discorso dei rigori e delle punizioni, non mi sembra, poi, che Del Piero abbia mai ceduto da altri la prerogativa di battere i penalties. Li ha sempre battuti lui, anche quelli che si è spesso maliziosamente gudagnato con tuffi degni del migliore Klaus De Biasi. In senso calcistico, vi invito pertanto a Scherzare con i fanti ( Del piero) e a lasciar stare i santi (Baggio)... Au revoir...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del Piero, aggiungo, ha sempre giocato titolare. Soltanto in questa stagione, con Conte, ha fatto vera e propria esperienza di panchina. Ha fatto sempre il titolare anche in nazionale, quando altri avrebbero meritato di giocare al suo posto: proprio Baggio a Francia '98 e Totti ad Euro 2000. Insomma, che Del Piero sia stato un grande campione non c'è dubbio, ci sono i numeri a darne prova indiscutibile, ma, ripeto, Baggio è stato di un'altra categoria.

      Elimina
    2. sono un grande estimatore di Baggio, tifoso del Brescia, che con Baggio in campo ha raggiunto il miglior piazzamento nella propria storia centenaria.
      Sono anche un tifoso Juventino e fan di Alessandro del Piero. La storia di questo due grandi campioni si è incrociata più volte.
      Sono molto diversi. Se pensiamo alla tecnica pura, ai traguardi individuali e allo status di campione, Baggio è più forte. Ma se guardiamo alla determinazione, alla costanza e soprattutto al desiderio di vincere,Del Piero è superiore, perché ha dato tutto quello che aveva da dare, ai massimi livelli. Se a 30 anni Del Piero fosse andato a giocare in provincia saremmo qui a parlare di un'altra storia..

      Elimina
    3. Diciamo anche, però, che Roberto Baggio ha dovuto scontrarsi con gravissimi infortuni, laddove Del Piero si è fatto male seriamente una sola volta in carriera. E diciamo, inoltre, che Baggio ha dovuto confrontarsi con l'ostracismo di molti allenatori, penso a Lippi ed Ulivieri, che l'hanno tenuto in panchina ad oltranza. Nell'Inter di Lippi, per esempio, Baggio ha fatto panchina a Nello Russo. Emigrare in provincia, insomma, per Baggio è stato inevitabile. E, come ricordavi, al Brescia ha compiuto grandissime imprese, che ancora si ricordano.

      Elimina
  7. Beh...allora se consideriamo tutte queste cose andiamo anche a vedere che Baggio ha segnato qualcosa come 30-40 gol più di Del Piero su rigore... ed inoltre Baggio per essere sicuro di giocare sempre 90 minuti è andato a giocare in squadre medio-piccole..dove giocavano tutti per lui!!! Il suo più grande merito è stato quello di fare bene, anzi molto bene, in nazionale ... e questo lo ha reso intoccabile per molti....sinceramento preferisco chi è stato determinante per vent'anni al posto di chi lo è stato due volte in estate per trenta giorni!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Indubbiamente Baggio ha segnato molti rigori: 68 in serie A, ma Del Piero, vado a memoria, ne ha comunque segnati una cinquantina nella massima serie. Mettiamola così, tutti e due hanno giocato nella Juve. Però quella di Del Piero è stata più forte di quella di Baggio, costretto a predicare nel deserto. Del Piero, anche in nazionale, è stato più protetto di Baggio. I mondiali del 98 li ha giocati a dispetto di Baggio, gli Europei del 2000 a dispetto di Totti. Nella stagione 1999/2000, conclusa con la vittoria alla Lazio, Ancelotti ha fatto giocare sempre Del Piero, sebbene fosse fuori condizione: segnò 9 gol in campionato, di cui 8 su rigore ed uno soltanto su azione. Baggio, invece, alla prima difficoltà è stato sbattuto in panchina. Del Piero ha sempre avuto, giustamente aggiungo, dalla sua i tifosi bianconeri. Baggio molto meno, perché non gli si perdonava la carriera nella Fiorentina.

      Elimina
    2. Guarda che io mi ricordo la coppa Uefa del 1993, l'anno in cui Baggio ha vinto il pallone d'oro. Lui era il leader della squadra che contendeva al milan imbattibile di capello gli scudetti e le vittorie in campionato. Inoltre ai tempi la coppa uefa era un trofeo molto importante, non una coppa di serie b come è ora.. Baggio Moeller, Dino Baggio, Ravanelli, Vialli, Kohler, Torricelli, non era certo una squadretta..

      Elimina
    3. Non dico che fosse una squadretta. Dico, però, che la Juve di Del Piero, soprattutto quella della prima gestione di Lippi, era certamente più forte. Ed aggiungo, tanto per fare un esempio, che il Vialli della stagione 1992/93 deluse molto, segnando, vado a memoria, soltanto sei gol in campionato. Insomma, quella squadra dipendeva moltissimo da Roberto Baggio, dai suoi gol e dal suo estro. Del Piero, questa è la mia opinione, ha generalmente giocato in squadre più competitive di quelle toccate in sorte a Baggio.

      Elimina
  8. Alloraa,Baggio è senza dubbio uno dei giocatori piu' forti,italiani e non,di sempre,però DEL PIERO è piu' forte! Lo dicono i trofei,lo dicono i goal,lo dicono la continuità del capitano bianconero! Baggio forse era piu' veloce di Alex,ma per il resto,per me,non è che Baggio è piu' scarso di Del Piero,solamente che ALEX E' PIU' FORTE!"!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Continuo a pensare che Roberto Baggio sia stato più forte.

      Elimina